Marco
Giovanniello

bio

Nato, cresciuto e vissuto a Milano, con l'idea che sia la città internazionale d'Italia. Sempre in andirivieni con il resto d'Europa e del mondo, la passione per gli aerei, i viaggi e tutti i mezzi di trasporto è stata inevitabile, ma il posto dove non saprei fare a meno di andare è la Scala.

BIO

Ultimi commenti

Pubblicato il 31/08/2020

in: Una buona notizia: lo Stato torna a occuparsi di digitale e rete unica

Ho internet con fibra ottica dall’anno 2000, fornita dall’operatore privato Fastweb. TIM è arrivata nel mio condominio almeno 15 anni dopo. Proprio non riesco a capire perché dovrei gioire perché lo Stato voglia fare nel 2020 quello che il privato aveva già fatto nel 2000.

Pubblicato il 09/08/2020

in: Un santo a sovranità limitata

Costantino è considerato santo dalla Chiesa ortodossa, non solo in provincia di Messina. Non stupisce che dalle nostre parti l’abbiano considerato tale solo dove l’influenza bizantina è stata forte, del resto è quello che ha degradato l’Italia, portando altrove il centro più importante dell’Impero.

Pubblicato il 15/07/2020

in: Velo e autodeterminazione femminile

Quello che mi SCANDALIZZA è che si voglia deliberatamente ignorare che il velo islamico è imposto a centinaia di milioni di donne nel mondo e quindi è esso stesso il simbolo dell'oppressione. Chi da europeo lo mette fa esattamente come chi sventola la bandiera degli Stati Confederati d'America, fa propaganda all'oppressione e se non lo [...] capite è inutile continuare a discuterne, restate con le vostre belle idee e sognate pure quanto è bella e libera la vita della donna nell'Islam, soprattutto la vita sessuale.

Altro Chiudi
Pubblicato il 11/07/2020

in: Velo e autodeterminazione femminile

Velo islamico autodeterminazione femminile non vanno d'accordo. Inutile scrivere articoli da sofista, mettendosi fette di salame davanti agli occhi per non voler ricordare che il velo è IMPOSTO nella stragrande maggioranza dei Paesi musulmani e dalla cultura patriarcale, sessuofoba e repressiva degli islamici migrati in Occidente.

Pubblicato il 08/05/2020

in: I Navigli e la Fase Dubbia

Che le stesse misure debbano valere per Ragusa e Oristano da una parte, i navigli di Milano e la val Seriana dall'altra risulta francamente incomprensibile. Eppure è raro leggere una critica, perché più o meno tutti hanno accettato l'idea che la colpa del virus siamo noi, argomento di facile presa su chi è stato educato [...] al mea culpa, mea culpa, mea maxima culpa. Col peccato originale non si sbaglia mai.

Altro Chiudi
CARICAMENTO...