Marco
Giovanniello

bio

Nato, cresciuto e vissuto a Milano, con l'idea che sia la città internazionale d'Italia. Sempre in andirivieni con il resto d'Europa e del mondo, la passione per gli aerei, i viaggi e tutti i mezzi di trasporto è stata inevitabile, ma il posto dove non saprei fare a meno di andare è la Scala.

BIO

Ultimi commenti

Pubblicato il 10/02/2019

in: Un migrante (italiano) Megadirettore Galattico di Ernst & Young

Un bambino nato più o meno davanti alla casa dove è nato mio padre è arrivato a New York, dove i suoi genitori si sono inseriti, perché avevano capacità lavorative e l'hanno fatto studiare. Lui è arrivato in cima a paperopoli. I disgraziati che arrivano con i barconi non arriveranno mai a nulla innanzitutto perché [...] il Paese non è aperto, destra o sinistra non cambia, è familista, ma perché in media non sanno fare assolutamente niente e dunque non c'è assolutamente alcuna possibilità che diventino cittadini "medi", possono soltanto essere assistiti e mantenuti in eterno (reddito di non-cittadinanza?), alcuni finiranno a delinquere.

Altro Chiudi
Pubblicato il 18/07/2018

in: Turismo, al palo gli arrivi internazionali in Italia nel primo trimestre

Non sono d'accordo. Il turismo cresce in Paesi che avevano avuto in precedenza un crollo, come la Turchia e la Grecia o in Paesi che d'inverno hanno numeri assoluti irrilevanti, come Croazia, Montenegro, Cipro, Malta, Slovenia, Lettonia. La Spagna va marginalmente meglio e non ci sono Francia e UK,

CARICAMENTO...