Evoluzione della bellezza: arrivi artigiano e riparti imprenditore

:
30 novembre 2018

Spazzola e phon non bastano più. Per aver successo nel mercato contemporaneo i professionisti del settore hair and beauty oggi devono essere in grado di sviluppare il proprio business in maniera imprenditoriale con la stessa sicurezza, la stessa passione, gli stessi risultati con cui esegue un taglio o una piega. Per un settore che da troppo tempo ripone fiducia unicamente nelle capacità manuali è un vero e proprio salto culturale ed è un trend che sta prendendo piede negli ultimi anni, grazie anche all’impegno delle associazioni di categorie e di formatori di qualità. Complessivamente le imprese registrate alla Camera di commercio in Italia nel 2018 sono state 102.864 contro le 102.506 del 2017. La regione più affollata è la Lombardia con 16.584 saloni, seguita da Campania (9.639) e Piemonte (8.609). Pochi invece i parrucchieri in Molise, che chiude la classifica con 651 imprese registrate. Il tasso di crescita è scarsissimo, sostenuto unicamente dalle imprese straniere (+7% con una quota di mercato del 7,5%)

Proprio in questi giorni acconciatori e professionisti della bellezza si stanno interrogando su come sarà il futuro, non tanto dal punto di vista tecnico, quanto dal punto di vista lavorativo: lo sviluppo del salone, il rapporto con la cliente, la gestione dei team, la comunicazione. Come evolverà? Quali saranno le innovazioni?

Ben ottocento hair stylist provenienti da tutta Italia ne discutono a Milano, il 2 e 3 dicembre a “Imprenditori della Bellezza. L’Evoluzione”, l’atteso evento dedicato che Lelio “lele” Canavero, il partner di crescita dei parrucchieri, ha organizzato all’Atahotel Expo Fiera Milano.

Un format inedito, dove formazione, confronto, virtual guest, ospiti eccellenti e networking si fondono in un evento che si preannuncia davvero ‘fuori dal comune’. La promessa degli organizzatori è quella di cambiare il mondo dell’hair and beauty per sempre, grazie al fattore ‘innovazione’. Sono almeno cinque le innovazioni che saranno proposte e condivise nella due giorni milanese e che aiuteranno gli acconciatori ad evolvere la loro professione in direzione sempre più imprenditoriale, abbandonando quelle caratteristiche di artigianalità che nel mercato contemporaneo non solo ostacolano la crescita, ma talvolta minano addirittura la sopravvivenza dell’attività. Sono cinque le innovazioni dal forte potenziale evolutivo su cui punteranno gli hair stylist: strumenti di comunicazione per il salone, input esterni che possono indurre un’evoluzione, innovazione della consulenza in salone, evoluzione delle codifiche e una nuova opzione del concetto di affiliazione

Importantissima la parte dedicata alle ispirazioni che possono arrivare da settori diversi dall’hair and beauty: oltre a guest star sul palco, come Vittorio Sgarbi e il pianista Emiliano Toso, sono numerosi i virtual guest che hanno risposto con entusiasmo alla chiamata di Canavero raccontando il loro punto di vista sull’innovazione. Tra questi, Oscar Farinetti, patron di Eataly, il campione di basket Peppe Poeta, Marco Biondi, autore e conduttore dei più importanti programmi radiofonici italiani, Javier Gomez Palacios, co-founder di Tiger Italia, Walter Rolfo, illusionista e ideatore di Masters of Magic e molti altri.

Non mancherà la festa, assicurata da Massimo Valli, voce storica di RadioMontecarlo, che porterà sul palco il suo salotto in formula serale, con ospiti dal mondo dello spettacolo e dello sport, arricchiti da dj set e party conclusivo. L’evoluzione in salsa divertente si preannuncia come una vera e propria rivoluzione.

Per tutte le info, cliccate qui

TAG: bellezza, eventi, hair and beauty, milano
CAT: Artigiani, Eventi

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...