Intesa Sanpaolo lancia la sfida al mercato assicurativo italiano

:
19 settembre 2019

Intesa Sanpaolo lancia la sfida al mercato assicurativo italiano, obiettivo diventare i primi in Italia. Per raggiungere il proprio scopo il cammino è tracciato: nuove assunzioni, formazione e un polo in centro a Torino per divulgare la cultura assicurativa. Linee guida che sono state annunciate durante un evento, “Obiettivo Protezione”, che si è svolto nel capoluogo piemontese.

«Siamo già la più grande compagnia assicuratrice italiana per quanto riguarda la somma vita e danni, siamo di gran lunga i primi nella vita e vogliamo diventare tra i primi nei danni» – parola del presidente di Intesa Sanpaolo Gian Maria Gros-Pietro, che poi ha aggiunto – «Attraverso l’uso dell’intelligenza artificiale e delle nuove tecnologie sarà più facile offrire protezioni efficaci, facili da ottenere e capaci di coprire i rischi dei cittadini e per fare questo ci vorranno competenze umane» – confermando l’annuncio di Nicola Fioravanti, il responsabile della Divisione Insurance del Gruppo.

Fiorvanati infatti ha annunciato che l’obiettivo di Intesa è quello di incrementare l’organico del polo torinese fino a 500 addetti entro la fine del 2021. Un piano che è già a buon punto se si considera che 250 assunzioni sono state già fatte. «Abbiamo un programma di sviluppo e man mano che cresceremo avremo la possibilità di portare all’interno persone, o di incrementare i supporti esterni, ma sempre su Torino» – ha aggiunto Fioravanti.

«Per noi l’assicurazione è una delle aree di business più importanti del gruppo ed è un completamento dei servizi che noi facciamo per i clienti per la gestione non solo del loro patrimonio, ma anche delle esigenze di carattere personale per la casa e per la salute» – ha dichiarato Carlo Messina, CEO di Intesa – «Potenzieremo il comparto assicurativo con centinaia di persone che verranno assunte e il nostro obiettivo è quello di diventare leader in Italia. Lo siamo già nel campo del vita, vogliamo diventarlo anche nel campo dei danni. Credo che la potenzilità della nostra banca soprattutto per la forte sinergia tra la componente assicurativa e la banca dei territori – il nostro network distributivo – sia un unico fattore di successo distintivo rispetto agli altri operatori in questo campo assicurativo».

Un piano che però non può prescindere dalla formazione delle persone e non solo del personale ed è, molto probabilmente, per questo che Intesa Sanpaolo realizzerà a Torino un master di II livello in campo assicurativo con Compagnia di Sanpaolo, Reale Mutua, Collegio Carlo Alberto, Unito e Politecnico.

Infine la diffusione della cultura assicurativa in Italia perché se il prodotto c’è ed è buono, non è ancora detto che il consumatore decida di sfruttarlo. La capacità di risparmio delle famiglie italiane aumenta, ma solamente una famiglia su dieci ha attivato soluzioni assicurative per proteggersi dai rischi. Ecco dunque che Intesa ha deciso di aprire a Torino “Area X”, un luogo dentro il quale le persone, anche attraverso la realtà virtuale, potranno capire concretamente i motivi per i quali può essere utile assicurarsi.

TAG: assicurazioni, assunzioni, Carlo Messina, gian maria gros-pietro, intesa sanpaolo, Intesa Sanpaolo Assicura, Nicola Fioravanti, Torino
CAT: Banche e Assicurazioni

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...