Le nozze gay annullate dal giudice che su twitter tifa per le “sentinelle”

:
27 Ottobre 2015

Il giudice estensore della sentenza del consiglio di stato che ha annullato la trascrizione delle nozze gay a Roma dopo essere state celebrate all’estero si chiama Carlo Deodato e su twitter aveva rilanciato articoli a favore delle iniziative di “sentinelle in piedi”.

“La nuova resistenza si chiama difesa della famiglia” è il titolo dell’articolo ritwittato. Poi aveva rilanciato un tweet: “Questa è sì la volta buona per mandare a casa Renzi e per altro governo che non sfasci il paese con riforme dannose”. Il tweet era stato indirizzato a Enrico Letta, l’ex premier, da “Cristina judex”.

Con tale attività di propaganda in corso il giudice Carlo Deodato avrebbe dovuto astenersi. Invece non lo ha fatto ed è addirittura estensore del verdetto che ha annullato la trascrizione delle nozze gay. Twitter è un luogo pubblico. Il giudice avrebbe dovuto comprendere di essere portatore di un conflitto di interessi spaventoso. Le sue idee sul matrimonio gay, come su qualsiasi altro argomento sono ovviamente legittime, ma nel momento in cui le esterna in modo così clamoroso, il giudice perde quelle caratteristiche di imparzialità, terzietà e indipendenza che sono indispensabili per chi è chiamato come professione a emettere sentenze in nome del popolo e della repubblica italiana.

Questa vicenda, come altre, dovrebbe far riflettere l’Anm e il Csm che non perdono occasione in convegni, congressi e comunicati stampa per gridare che i magistrati sono indipendenti e autonomi. Se non possono astenersi dai processi lo facciano almeno da twitter.

Frank Cimini e Manuela D’Alessandro

TAG: annullate, Carlo Deodato, nozze gay, trascrizioni, twitter
CAT: Internet

2 Commenti

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

  1. beniamino-tiburzio 5 anni fa

    Gli estensori dell’ articolo sono ” caramellosi “. I Giudici devono stare zitti ! altrimenti facciano un altro mestiere. E’ stupido dire : ” Le sue idee sul matrimonio gay, come su qualsiasi altro argomento sono ovviamente legittime ” . Quale legittimità ? Se le idee di un Giudice vengono esternate SONO ILLEGITTIME. Ci vuole tanto a capire che non sono cittadini come gli altri. Se un Giudice vuole manifestare le sue idee politiche ( e per idea politica va ricompreso qualsiasi argomento che possa essere oggetto di esame da parte del Potere Giudiziario ) deve fare un altro lavoro. Ubi commoda ibi incommoda.

    Rispondi 0 0
  2. enea-melandri 5 anni fa

    Allora aveva ragione Berlusconi con la legge Cirami… http://fareprogresso.it/vedi_fp_full.php?id=2192&ref=sq

    Rispondi 0 0
CARICAMENTO...